lunedì 15 novembre 2010

I positivi effetti collaterali della maternità #1: La maglia -dal cappello allo scaldacollo (e viceversa spero...)



La maternità mi ha cambiato. In meglio,  almeno secondo il mio punto di vista.
Diventare mamma ha avuto degli effetti collaterali: tutti positivi e tutti creativi.
Di punto in bianco mi è tornata nostalgia del punto croce, mi incuriosisce l'uncinetto, mi chiedo perché a scuola non si studi geometria insieme ad un bel corso di taglio e cucito...Insomma è venuto fuori un lato di me che era dormiente, ma che mi piace, mi piace un sacco!
Dato che gli interessi sono come la pasta madre ( più li rinfreschi e più lievitano), ho deciso di dividerli in piccoli "capitoli" in modo da riuscire a tenerne traccia in questo diario virtuale.
Partiamo dal lavoro a maglia...
Quando è nata la Ciuccetta un'amica mi ha regalato delle scarpine di lana fatta ai ferri.
Le ho usate tantissimo e, quando bimba e piedi son cresciuti, ho pensato di provare a farle io.
Così ho incominciato a lavoricchiare a maglia, a navigare sulla rete in cerca di modelli  e ...
E bam! Colpo di fulmine per questo cappello:

Ma come si fa a resistere ad un cappello così?
Mi faccio un regalo, acquisto il libro, e scopro che vorrei fare calzini, gilet, coperte...
Unico problema: ma come si usano i ferri circolari???
E se per colpa della rete mi ritrovo a sognare di sferruzzare, sferruzzare, sferruzzare, grazie alla rete concretizzo il sogno...
Tramite internet vengo a conoscenza di Cuore di maglia, poi "scopro" Emma...
Emma è una persona straordinaria;  se vi state avvicinando dubbiosi al mondo mondo della maglia, dopo cinque minuti con lei ne sarete entusiasti.
Sentirla raccontare di come ognuno sviluppi una propria tecnica, di quante cose si posso realizzare, di quanta passione ci sia in ogni progetto mi incanta.
E così ieri, emozionata coma una bambina, sono andata a scoprire "i ferri circolari e la tecnica continental".
Due ore volate via  in un attimo, un gomitolo di lana viola per concretizzare questa esperienza ed uno scaldacollo come primo passo per arrivare a realizzare il "famoso" cappello...Ecco la mia domenica.
Se posterò poco sapete il perché...Sono impegnata a knittare...

Ah...la prima foto è tratta da qui e  Attenzione:la lana da DIPENDENZA  ;)!
Laniste quasi Anomine...Cercate su FB!


14 commenti:

  1. Indovina su che sito sono adesso???aiuto..lo so che andrò a dormire tardissimo!

    RispondiElimina
  2. oohh! quel cappellino è fantastico, se avessi una femminuccia piacerebbe anche a me! mi fate venire una gran voglia di lavorare a maglia...ho già chiesto a mia suocera se mi aiuta. Avevo fatto la copertina di lana per la nascita del mio Ale...un giorno potrei mostrarvela! però un corso di maglia piacerebbe anche a me. baci

    RispondiElimina
  3. ... anch'iooooo|! non vedo l'ora di farmi attaccare questa dipendenza!!!! :)
    io nn scrivo per droga da pasta madre! oggi grissini e croissant al farro! speriamo bene, e domani son tutti per voi!

    RispondiElimina
  4. ormai io mi sono ammalata di lana! anch'io mi sono innamorata del cappello da gnomo e l'ho fatto per bianca, è fantastico e veloce da fare. posterò presto qualche foto!

    RispondiElimina
  5. come ti invidio, io non ho mai tempo per la maglia...
    mi ritaglio solo un pocolino di tempo per computer e libri...

    però ho visto in vendita una lana che ha stuzzicato molto il mio interesse...
    non si sa mai...

    RispondiElimina
  6. ma è davvero favoloso quel cappello....e io li adoro!!! ne ho tantisismissimi :-)

    RispondiElimina
  7. @Valentina: Raverly?
    @Mammasorriso: in realtà il cappellino si può fare anche per maschietti e per adulti...Io che non amo il rosa ho comprato la lana verde ;)
    @Sara:Croissant!!!GNAM GNAM!!!
    @Mammamichi: Non vedo l'ora di vederlo!
    @Mammasfigatta: Io abbandonerò il computer...
    @Melie: :))

    RispondiElimina
  8. Io non ho alcuna propensione per i lavori di cucito o ricamo o ai ferri, purtroppo....ma ammiro chi riesce a realizzare cose belle come quelle che certamente farai tu, Frida, col tuo meraviglioso entusiasmo!!!
    Un abbraccio,
    Maris

    RispondiElimina
  9. Posso entrare? Piacere sono Antonella. Sono capitata qui per la tua stessa dipendenza da cappellino a gnometto. Ecco, vorrei tanto farne uno alla mia cuccioletta, e mi chiedevo se il sistema è di scalare i punti. Poi leggo da te che si usano i ferri circolari. Ma poi devi comunque scalare. Lo fai ogni tot punti?

    RispondiElimina
  10. @Maris: Grazie!
    @Antonella: Benvenuta! Al corso mi han spiegato che il cappellino si può fare coi ferri circolari e le maglie si scalano utilizzando la tecnica del "magic loop".Cmq appena ho indicazioni più precise te le mando ^__^!

    RispondiElimina
  11. Grazie sei molto gentile. La tecnica magic loop la onosco ma non la destreggio... Bé, intanto farò un po' di pratica :-)

    RispondiElimina
  12. Fusion blog? io sytanotte ho scritto 20 post!!!!ne avevo da scrivere... e avevo bisogno di un pochino di tempo per me :)
    notte....

    RispondiElimina
  13. Bello , fantastico il mondo della maglia vero ??? :)

    RispondiElimina
  14. Sì: bello, fantastico, un piccolo angolo di paradiso :D!

    RispondiElimina

Lascia una goccia della tua rugiada